Pinuccia D’Agostino premiata al Concorso internazionale di poesia “Il Sublime”

È con immenso piacere che nella mia veste di presidente dell’Associazione culturale Clementina Borghi comunico la notizia del prestigioso riconoscimento ottenuto dalla nostra socia Pinuccia D’Agostino al Concorso Internazionale di Poesia “Il Sublime”, Golfo dei Poeti.

Pinuccia con la poesia “Il mio infinito” ha, infatti, vinto il Premio della critica nell’ambito del Premio di Poesia “Ossi di Seppia” di Taggia  e Arthena di Lerici.

La nostra socia è stata prescelta tra ben 426 partecipanti e la poesia farà parte di un’antologia poetica che raccoglie i testi “Speciali” di questo premio.

Chi conosce le molteplici sfaccettature della personalità di Pinuccia D’Agostino non si meraviglierà di trovare accanto al rigore della docente e alla profondità della persona che si impegna nel sociale un’opera che realizza a pieno la poetica dell’autrice e cioè “riuscire a tradurre in ritmi e parole le sensazioni più profonde dell’animo.”

Il bando del premio richiedeva proprio l’espressione di questo smarrimento su cui si fonda tutta la ricerca poetica da Leopardi in poi e, a quanto sembra, la giuria ha giudicato che “Il mio infinito” realizzasse a pieno quanto richiesto dallo spirito del concorso.

Adesso è proprio giunto il momento di leggere la poesia premiata:

Il mio infinito

L’ultimo bagliore della sera
bacia i colori del mondo
e accarezza il tramonto.

Incauta l’ala di un gabbiano
spezza l’armonia del cielo
e dell’orizzonte taglia il velo,
là dove vanno a finire i pensieri
giungono i ricordi più neri
e il silenzio copre i miei occhi.

Il dondolio di una barca lontana
culla le note del cuore
con vacue parole d’amore.

Giunge la notte cosparsa di stelle
il silenzio mi avvolge, sinfonia di ricordi.

È questo solo un tramonto
tra i mille che verranno.

Domani un nuovo giorno
ci condurrà all’usato tramestio
ma vivi resteranno
per una nuova notte i segreti pensieri.

La presidente
Maria Palchetti Mazza

Clementina Borghi presenta il concerto del coro Calycanthus

L’associazione culturale Clementina Borghi è lieta di annunciare il concerto per gli auguri di Natale che sarà tenuto a Castel Rozzone dal coro Calycanthus.

L’evento si terrà venerdì 21 dicembre alle ore 21,00 presso la chiesa parrocchiale di S. Bernardo sita in piazza Castello 6 a Castel Rozzone.

Sarà un’occasione per  scambiarsi gli auguri per il sopravveniente Natale apprezzando l’esecuzione di un valido programma di brani eseguita con la ben nota e consueta maestria dal coro Calycanthus.

Un occasione da non perdere!

Arrivano le prime opere dei partecipanti al XXI Tre Ville

Gli autori che vogliono partecipare alla ventunesima edizione del Premio letterario nazionale Tre Ville hanno iniziato ad inviare le loro opere.

La prima a tagliare il traguardo, forse grazie proprio alla sua giovane età, è stata un’autrice che partecipa alla sezione poesia Junior.

Mentre sono partite le attività della XXI edizione noi siamo tornati all’inizio della nostra storia ventennale e abbiamo ritrovato i premiati della prima edizione del nostro concorso.

In quel lontano 1999 i giurati della prima edizione, forse per la poca esperienza nel ruolo, dispensarono a piene mani gli ex aequo premiando al primo posto le poesie:

  • Ai figli del futuro” di Ysmen Pireci e “Falena d’acqua” di Bruna Merendi.

Quale migliore augurio, quindi, per tutti coloro che vorranno partecipare al Tre Ville che poter leggere i testi delle due poesie premiate!

Ecco i testi:

I FIGLI DEL FUTURO

Vi ho cresciuti

rammendando parole d’amore

Vi ho scaldati

con le coperte del primo sogno

Vi ho cullati

al ritmo di antiche nenie

Vi ho cibati

con latte di materne montagne …

 

Ma adesso adesso

che torbido è divenuto

il cielo del Kossovo

Vi posso soltanto cantare

la mia irriducibile lirica albanese

da lontane  terre d’esilio …

 

dove cuore respiro e pensiero

forgiano per Voi nel fuoco

la tormenta fatale per ripulire

il patrio cielo del Kossovo.

 

FALENA D’ACQUA

 

La terra disconosce

ciò che non ha partorito.

Albergo allora il cielo

per meglio misurare dall’alto

quanto profonda

è la bellezza del mare

la sola che somigli alla morte

per vastità.

 

Nel volo prodigioso

gareggio coi gabbiani

musicando le solitudini volute

e le parole non dette

di chi per vocazione

appartiene all’acqua.

 

E in quell’ora del giorno

quella dove nulla piú

delinea il finire del mare

e l’inizio del cielo

il mio librare è autentico e leggero

in uno spazio senza confini.

 

L’unico che per seduzione

somigli  alla vita.

Tre Ville XXI edizione: pronti ? VIA !

I motori sono stati accesi!

Il bando di concorso è stato definito.

Ci sono grandi novità nello svolgimento del premio letterario … leggete con attenzione il bando.

Fra poco riceverete periodicamente le comunicazioni sulle varie fasi del nostro premio letterario nazionale.

A presto.

Regolamento XXI Tre Ville 2019

Il concorso Tre Ville è pure su www.club.it il sito “per poeti e scrittori emergenti e esordienti”

http://www.clubautori.it/club-home

 

Miriam D’Ambrosio presenta il suo nuovo libro

La nostra “cara amica” e scrittrice Miriam D’Ambrosio ha concluso la sua più recente fatica letteraria e ne presenterà il frutto pregiato sabato 13 ottobre alle 16,30 presso l’auditorium della biblioteca comunale.

Nell’ambito della rassegna culturale “In … chiostro” il pubblico potrà quindi ascoltare ed interagire con l’autrice per conoscere il nuovo “L’uomo di plastica” ed. Epika.

L’incontro sarà moderato da Daniela Tovo.

L’associazione culturale Clementina Borghi è lieta di aver collaborato con altre forze ed enti culturali della città alla realizzazione di questo evento.

Un grazie particolare al Maestro Mombrini

L’organizzazione di un concorso letterario nazionale richiede lavoro e abnegazione da parte di chi lo ha creato e lo mantiene vivo da venti anni.

Ma la piena riuscita di tutte le attività sarebbe molto difficoltosa senza la collaborazione di tutti coloro i quali aiutano l’Associazione culturale Clementina Borghi a svolgere al meglio il proprio lavoro consentendo di dare una veste dignitosa alle nostre manifestazioni.

Pertanto, conclusa la cerimonia di premiazione “ci corre l’obbligo” di ringraziare pubblicamente chi ci ha dato, con generosità, una mano per lavorare al meglio.

Il primo grazie va al maestro Battista Mombrini, artista sempre vicino alla nostra associazione, che in occasione dell’edizione del ventennale del concorso ha generosamente donato due meravigliose opere offerte ai vincitori delle sezioni poesia e narrativa: un dono che ha valorizzato magnificamente i lavori premiati nel ventennale.

 

Grazie maestro e ad maiora

Anche in divisa nasce l’amore per lo scrivere e per la poesia

In occasione della premiazione del premio letterario nazionale Tre Ville, giunto alla ventesima edizione, sono stati tanti gli amici della nostra associazione che sono venuti a trovarci.

Uno di questi, il vice questore Angelo Lino Murtas, dirigente del Commissiariato di Polizia della nostra città, è una presenza costante tra i partecipanti al concorso perchè la voglia di scrivere lo accompagna sempre anche nelle ore più impegnative del suo  impegno professionale.

Sabrina Damasconi ha intervistato il vice questore in occasione della premiazione del concorso facendo emergere i lati salienti della personalità di questo letterato-servitore dello Stato. Ecco l’articolo che ne è scaturito:

Echi dalla premiazione 2018

Ebbene si! Ci siamo presi ventiquattro ore di pausa prima di tornare a parlare del concorso letterario Tre Ville.

Pausa impiegata prima per riprendere fiato dopo gli ultimi concitati giorni spesi nell’organizzare al meglio possibile la cerimonia di premiazione con fornitori da seguire passo, passo, richieste dei premiati e segnalati da accontentare nei limiti del possibile ecc. ecc. .

E pausa impiegata, poi, per ripensare con grande soddisfazione all’ottima riuscita della premiazione con tanta partecipazione, con la presenza qualificata delle istituzioni cittadine e con il clima di festa che ha avuto anche qualche momento particolarmente toccante.

Anche per questa edizione, la ventesima, dobbiamo dire grazie a tutti coloro i quali hanno contribuito all’ottima riuscita del concorso: in primis ai 123 concorrenti che con la loro entusiastica partecipazione hanno dato una bella mole di lavoro alla giuria (altro caloroso ringraziamento!), poi alle istituzioni cittadine che ci hanno dimostrato nei loro cenni di saluto una genuina partecipazione e un caloroso apprezzamento per il lavoro svolto dell’Associazione culturale Clementina Borghi.

Ci ha, così, fatto veramente molto piacere incontrare, malgrado la giornata per tutti fosse piena di altri importanti impegni, il Presidente della BCC di Treviglio,  padrone di casa, il sindaco di Treviglio accompagnato dall’assessore alle politiche sociali, il vicequestore comandante del commissariato di Treviglio e il comandante della compagnia Carabinieri di Treviglio negli interventi dei quali si è sentita genuinità di partecipazione e sincerità nell’apprezzamento.

I presenti alla cerimonia hanno così avuto modo di sentire dagli interventi dei concorrenti premiati e segnalati la loro soddisfazione per il lavoro svolto e apprezzato dalla giuria e hanno mostrato, in alcuni casi, la forza e la profondità della loro passione letteraria che supera problemi e difficoltà di ogni sorta pur di giungere alla conclusione voluta del proprio percorso creativo.

Non possiamo, infine, concludere questo primo intervento sulla premiazione senza ricordare l’importanza del contributo fornito da quelli che ormai consideriamo membri quantomeno onorari se non effettivi della famiglia “Clementina Borghi”.

Parliamo, quindi, del club Soroptimist di Treviglio e della Pianura Bergamasca che ci ha affiancato con la sua sezione del concorso dedicata alla valorizzazione del ruolo della donna nella società, l’Istituto Comprensivo Tommaso Grossi, culla della nostra associazione, che ha contribuito con la sempre apprezzata esecuzione musicale dei ragazzi guidati dal prof. Guerra e con la presentazione di componimenti scritti da una ventina di allievi ed infine un grazie di cuore al maestro Mombrini la cui generosità ha consentito di premiare in un modo assolutamente speciale i vincitori delle sezioni poesia e narrativa del ventennale.

Sperando di non aver dimenticato nessuno tra coloro da ringraziare si comincia a lavorare per la ventunesima edizione del Tre Ville per avere il piacere di replicare e, possibilmente, migliorare il successo dell’edizione che si è conclusa sabato 19 maggio 2018.

Tre Ville: un concorso veramente nazionale!

Quando parliamo del nostro concorso, lavorando alla ricezione ed all’esame di validità delle partecipazioni, diciamo spesso che il Tre Ville “tiene alto da oltre venti anni il nome della città di Treviglio in tutta l’Italia” e lo affermiamo con cognizione di causa.

Ma una cosa sono le parole, un’altra sono i numeri e le immagini!

Ecco quindi una visione d’insieme della provenienza dei partecipanti alla XX edizione del nostro premio:

 

I numeri mostrano quindi la vera distribuzione nazionale dei partecipanti che provengono da sedici regioni su venti ed hanno un tasso di “nuovi partecipanti” sempre molto alto (53%).

Anche questo è un segno di vitalità che fa ben sperare per il futuro.

Rinnoviamo, quindi, linformazione per l’appuntamento della cerimonia di premiazione che si terrà il

19 maggio 2018 a partire dalle 10.30

presso l’Auditorium della BCC di Treviglio

sito in via Carcano 15.