Presentazione del libro di poesie di Mina D’Agostino “Portami con te”, Aletti editore.

La nuova raccolta di poesie di Mina D’Agostino, “Portami con te”, pubblicata da Aletti editore sarà presentata a cura dell’Associazione culturale Clementina Borghi sabato 31 ottobre alle 10,30 presso la Sala HUB in Piazza Manara di fronte all’ingresso del TNT.

Con questa iniziativa l’associazione Clementina Borghi riapre il ciclo di presentazione dei libri e degli autori che ha caratterizzato  soprattutto negli ultimi anni, le iniziative culturali cittadine.

Portami con te”, terza raccolta poetica di Mina D’Agostino sarà presentato al pubblico dall’assessore alla cultura Giuseppe Pezzoni, con un intervento critico di Giovanni Crotti e un breve discorso della stessa autrice.

Alcune poesie verranno poi lette per il pubblico presente da Luisella Basso Ricci e da Emilio Riva.

Portami con te” è una raccolta di poesie a due o a più voci, tenute insieme da un filo logico sottile, la trama di un velo, tessuto con la consapevolezza che questo mondo, questo universo sta mutando e ci costringe al “grande salto”, ovvero, a varcare gli antichi sistemi per buttarci a capofitto in una nuova era.

Il libro ha anche una dimensione narrativa, è una sorta di diario di bordo che narra il timore del viaggio, la curiosità per le nuove avventure, la nostalgia per le cose e gli affetti lontani: il viaggio dell’uomo che  si muove tra questo desiderio di scoperta, il senso di solitudine, la paura dell’ignoto.

La riunione si concluderà con il firma copie dell’autrice.

Un’altra occasione culturale da non perdere!

Mina D’Agostino – Portami con te

Non vogliamo “impossessarci” del lavoro poetico di Mina D’Agostino solo perché Pinuccia è uno dei soci più attivi della nostra associazione ma avere frequentazione, confidenza e amicizia con una persona di tanta sensibilità e capacità ci fa sentire certamente più familiare questa raccolta appena pubblicata.

Dopo il profluvio di poesie del nostro concorso letterario nazionale Tre Ville, immergersi nella lettura del lavoro di Mina ci riserva subito la sorpresa di scoprire, come racconta l’autrice stessa, che l’argomento fondamentale dell’opera è proprio la poesia nei confronti della quale l’autrice si pone e ci pone la domanda se la poesia “sembra allontanarsi sempre più da noi” e sembra essere “relegata alle forme letterarie del passato“.

Una domanda la cui risposta diventa sempre più impellente, perché è una domanda posta nel periodo del “grande salto del mondo” verso una nuova era piena di incognite e di incertezze per affrontare le quali forse è proprio la poesia che può fornire gli strumenti per sopravvivere.

Siamo di fronte al grosso pericolo che il cambiamento “imposto” dalla rivoluzione dei sistemi di comunicazione e dalla globalizzazione possa cancellare proprio la “parola“, cioè l’unità fondamentale della comunicazione umana: un pericolo quasi mortale perché “inventare le storie e saperle narrare è quello che caratterizza la nostra specie“.

Portami con te” è una raccolta di poesie a due o più voci, tenute insieme da un filo logico sottile e deve aiutarci ad affrontare il grande salto che serve ad abbandonare il vecchio sistema e a proiettarci nella nuova era.

Le due voci che si inseguono e si contrappongo in una sorta di controcanto sono quelle di un uomo “conservatore” che teme di viaggiare, di affrontare le novità della vita e ha nostalgia degli amori e dei ricordi dei tempi passati e quella di una donna che con irrequietezza aspetta di cancellare la solitudine e vorrebbe essere la protagonista di un viaggio senza fine.

Come contrappunto a queste due voci c’è il “rumore di fondo” della poesia che fa continuamente atto di presenza per non essere trascurata e dimenticata e chiede di giocare, nel corso di queste trasformazioni epocali, il ruolo di “guida di questa umanità e lo specchio dei nostri pensieri“.

Portami via con te“, Aletti editore, è disponibile presso la libreria Ubik di Treviglio e sulle maggiori piattaforme web per la vendita di libri come IBS, Il libraccio ecc.

PROCLAMATI I VINCITORI DELLA XXII EDIZIONE DEL CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE TRE VILLE

Ecco i vincitori e i menzionati della XXII edizione del concorso Tre Ville – 2020.

POESIA

1° premio Tullio Mariani con l’opera Dolce e non atroce

2° premio Monia Casadei con l’opera Bastava solo un gesto per salvarmi

3° premio Claudio Maglio con l’opera Tocca a te

Menzionati

Enrico Sala con l’opera Vi lascio il posto mio

Paolo Cattolico con l’opera Striature

Silvia Todero con l’opera 19 marzo 2020

NARRATIVA

1° premio Emanuela Citerio con l’opera I ragazzi stanno a casa

2° premio Alessio Baroffio con l’opera Il broplema

3° premio Rosella Bottallo con l’opera Storia vera di Vera

Menzionati

Lucia Lo Bianco con l’opera Incombe lenta l’alba

Piero Sesia con l’opera Cavoli e finocchi

Elisa Marchinetti con l’opera La pazienza del ragno

POESIA JUNIOR

1° premio Giulia Soldani con l’opera Pianto al vento

NARRATIVA JUNIOR

1° premio Livia Ciardo con l’opera La torre del popolo del mare

JUNIOR OPERA IN LINGUA INGLESE

ASSOCIAZIONE AMICI DI ROMSEY

1° premio Filippo Belloli con l’opera The plague

PREMIO SPECIALE SOROPTIMIST TREVIGLIO PB

1° premio Gabriella Pirazzini con l’opera Pacchetto

Menzionati

Estefania Mejia Negrete con l’opera Luce dei miei occhi

Carola Cestari con l’opera Paguri

Daniele Ossola con l’opera Avanguardie in Paradiso

Ecco perché il Tre Ville è un concorso nazionale!

Abbiamo esaminato le provenienze degli 96 autori che hanno deciso di partecipare alla ventiduesima edizione del nostro concorso.

Come succede ogni anno abbiamo così avuto modo di constatare ancora una volta che riceviamo opere dalla stragrande maggioranza delle regioni italiane (14) e quest’anno anche da un’autrice che invia la sua opera da Waimar, storica città della Turingia germanica.

Ecco il dettaglio delle provenienze:

Come è ovvio che sia, la maggioranza delle opere arriva dalla Lombardia (45% circa) e si segnalano in modo particolare la Toscana che raddoppia i concorrenti (8) rispetto allo scorso anno e le Marche che, assenti lo scorso anno, vedono oggi 5 partecipanti.

Sempre solida la presenza di Emilia Romagna (10), Piemonte (6) e Veneto (5).

In conclusione, che il Tre Ville porti in giro per la nazione il nome della nostra città è confermato dai numeri che, di solito, confermano i fatti!

TRE VILLE ventiduesima edizione – Numeri di successo

Le prime elaborazioni statistiche sul numero di autori e sulle opere da loro presentate in gara al Tre Ville, il concorso letterario nazionale che fa conoscere la nostra città in tutta Italia, parlano chiaro: si tratta di un’edizione di successo malgrado le enormi difficoltà del periodo!

96 autori da 14 regioni

e una concorrente dalla Germania!

175 opere

A giorni seguiranno altri dettagli

Luisella Basso Ricci un’esperienza di vita multiforme

Scrivere di un’amica e socia di avventure culturali non è un compito semplice perché rischi di non trovare mai la giusta misura ed allora affidiamoci al breve ma esauriente e corretto articoletto che le è stato dedicato dal Popolo Cattolico.

Un ritratto denso, stringato e preciso delle tensioni morali e artistiche che hanno portato la nostra socia Luisella Basso Ricci a segnalarsi (non a primeggiare: siamo sicuri che rifiuterebbe il vocabolo!) in campi diversi anche se complementari perché nell’animo umano non esistono paratie stagne e ogni esperienza serve a fortificare e a preparare le avventure in settori diversi.

Alla prossima, o Eleonora Duse de noantri!

Stop alla presentazione delle opere partecipanti alla ventiduesima edizione del concorso letterario Tre Ville

Ieri 30 giugno 2020 era l’ultimo giorno per presentare le opere in gara nella XXII edizione del concorso letterario nazionale Tre Ville.

Da oggi comincia l’impegnativo lavoro della giuria che dovrà valutare le opere presentate.

Con nostra grande sorpresa, abbiamo il piacere di affermare che le paure derivanti dal periodo difficile che tutti abbiamo attraversato, e alle quali si sommano le code di preoccupazione ancora vive, non hanno smorzato l’entusiasmo degli autori che ci hanno “inondato” di lavori!

Dobbiamo ancora esaminare le ultime statistiche sulle opere giunte a ridosso della mezzanotte di ieri ma possiamo già affermare che i partecipanti sfiorano e forse superano anche quest’anno il numero di 100! Mentre il numero di opere da esaminare supera abbondantemente le 150!

GRAZIE A TUTTI COLORO I QUALI HANNO MANIFESTATO LA LORO ATTENZIONE AL NOSTRO CONCORSO!

ADESSO CONTINUATE A SEGUIRCI PERCHÉ DOVREMO FARE ANCORA TANTO LAVORO PER GIUNGERE ALLA CERIMONIA DI PREMIAZIONE (AUTORIZZAZIONI, SISTEMI DI DISTANZIAMENTO ecc.)!

Luoghi della bellezza: una rivista per apprezzare la bellezza interiore

Nell’ambito della ricerca di opportunità di collaborazione con tutte le entità che hanno a cuore lo sviluppo della cultura come strumento di aiuto per affrontare le difficoltà della vita la nostra associazione segnala la rivista Luoghi della bellezza

La segnalazione avviene con un po’ di ritardo, ritardo non tutto imputabile ai problemi della pandemia e al quale ha “contribuito” il lavoro di gestione delle opere partecipanti alla XXII edizione del concorso letterario nazionale “Tre Ville

Già il nome, o meglio la testata, ci dispone bene alla lettura: I luoghi della bellezza, è una rivista on line, sorta a gennaio ad opera della Casa Editrice “I luoghi interiori”, direttore Antonio Vella. Il periodico è mensile ed è on-line (lo si può richiedere alla redazione (edizioni@luoghiinteriori.com) e tratta di argomenti di cultura, storia e arte.

Come ci ricorda la nostra socia ed autrice Mina D’Agostino, “La bellezza è proprio tutto questo: la cultura, la fotografia, l’immagine, il verso e la parola che quando è sapiente ben dispone l’animo alla lettura.  Attento a quanto accade intorno a noi, il mensile propone una riflessione sui diversi argomenti ed ha un’elegante impaginazione che non appesantisce mai il testo.”

Mina continua “Io ho seguito questo prodotto dal primo numero (gennaio) e devo dire che in questi mesi di forzata solitudine mi ha tenuto compagnia e mi ha spinto a rileggere autori, (come Quasimodo) che tanto mi piacquero al tempo della mia gioventù.”

Per gli amici della nostra Associazione proponiamo di seguito un “assaggio” del numero di aprile nel quale si ricorda con tristezza la scomparsa di Luis Sepulveda. Dopo averlo esaminato siamo sicuri che vorrete leggere tutti i prossimi numeri della rivista.

Cliccare sulla scritta “LUOGHI DELLA BELLEZZA Aprile 2020”. Di seguito cliccare sull’immagine della prima pagina della rivista e scegliere di aprire il file con Adobe Acrobat Reader